12 Ott

Photo-sharing esplicito gestito da dipendenti di un Apple Store australiano

U

Un Apple Store in Australia è implicato per le accuse di dipendenti sorpresi a rubare immagini personali dai telefoni dei clienti a loro insaputa. I dipendenti poi utilizzavano le foto intime per “classificare i loro corpi” da 1 a 10.

Al momento, la dirigenza degli store sta conducendo delle indagini e preferisce non fare i nomi delle persone coinvolte.

la risposta di Apple:

Apple crede nel dover trattare tutti allo stesso modo e con rispetto, e non tollera comportamenti che vanno contro i nostri valori. Stiamo indagando su una violazione delle politiche di condotta aziendale presso il nostro store di Carindale, dove diversi dipendenti sono stati già allontanati a seguito dei risultati dell’indagine interna.

Share this